Test Nutrigenetica

Il nostro viaggio insieme


Il nostro viaggio insieme inizierà con una Consulenza di Nutrigenetica pre-test, composta da una parte relazionale per approfondire la conoscenza di te, della tua storia familiare, delle tue abitudini, delle tue convinzioni limitanti, del tuo stile di vita, e naturalmente anche da un approccio medico con il rilievo di parametri come altezza, peso, circonferenza addome, pressione arteriosa, verifica della presenza di patologie.

Successivamente passeremo alla compilazione di un questionario per definire la presenza di sintomi e segni, delle abitudini alimentari e del tuo stile di vita, ed infine ti illustrerò il significato scientifico del test genetico e della Mappa delle Idoneità Alimentari.

Al termine di questo incontro ti fornirò delle prime indicazioni nutrizionali, in attesa dei risultati del test, o anche solo nell’attesa che tu decida di farlo. Indicazioni che ti aiuteranno gradualmente ad entrare nella mentalità del cambiamento di abitudini.

Dopo circa 15 giorni, tempo tecnico medio di attesa dei risultati delle analisi, ti inviterò a tornare per la vera e propria consulenza di Nutrigenetica, ti esporrò i risultati della tua indagine e degli alimenti più idonei al tuo fabbisogno e benessere in quel preciso momento di vita.

Ti darò indicazioni nutrizionali pensate ed elaborate per te singolarmente, insieme a suggerimenti e tecniche per facilitare questa nuova scelta.

Da questo momento inizierà un vero e proprio percorso di incontri che andranno a consolidare e rafforzare il tuo nuovo modo di nutrirti, sarà l’inizio di un cammino che faremo insieme, perché da soli è più facile lasciarsi andare, abbandonarsi…e se qualche volta “sgarrerai” andrà bene anche così!

Ricorda: la prevenzione, mantenersi in salute, limitare al minimo l’uso di farmaci e stare davvero bene dipende da te, da ciò che scegli di mangiare, dal modo in cui scegli di vivere.

Test di Nutrigenetica

Il Test di Nutrigenetica analizza le caratteristiche genetiche individuali in diversi ambiti metabolici e permette di impostare un programma nutrizionale personalizzato.

Già Ippocrate, padre della Medicina Occidentale, affermava “se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico, nè in difetto, nè in eccesso, avremmo trovato la strada per la salute”, sostenendo quindi l’importanza del cibo e dell'attività fisica per raggiungere un ottimale stato di salute.

E’ evidente tuttavia che la risposta a quello che mangiamo e/o al tipo di attività fisica che svolgiamo non è uguale per tutti. Perché alcune persone ingrassano facilmente mentre altre restano magre mangiando tutto ciò che vogliono? Perché un alimento che fa bene ad una persona non ha gli stessi effetti su di un’altra o addirittura risulta dannoso? Il motivo è semplice, esistono delle differenze scritte nel nostro DNA che ci rendono diversi gli uni dagli altri, è necessario quindi individuare il tipo di alimentazione e di attività fisica che più si adatta alle caratteristiche costituzionali e genetiche individuali.

La corretta alimentazione, al di là di una serie di regole universalmente valide, e l'attività fisica sono specifiche per ogni persona. Il dato genetico, tuttavia, non è sufficiente da solo a fornire indicazioni sulla corretta alimentazione da seguire, ma va integrata con altre informazioni generali (età, BMI, ...) e cliniche (esami di laboratorio, disturbi,...) al fine di elaborare un piano alimentare il più possibile personalizzato.

Il Test di Nutrigenetica rappresenta quindi uno strumento innovativo in grado di orientare la scelta dello stile di vita, dell'attività fisica e dell’alimentazione più corretti per prevenire il rischio di sviluppare patologie e mantenere il più a lungo possibile lo stato di salute.

1Metabolic Test
[img]

Studi scientifici recenti concordano che i migliori risultati per perdere peso o mantenere il peso forma possono essere ottenuti con diete povere di grassi saturi e di carboidrati raffinati e ricche di proteine e di grassi polinsaturi. Il controllo del peso corporeo, ovviamente, non dipende solo dal DNA ma anche da molti altri fattori di natura ambientale e psicologica.

Il profilo genetico può essere uno strumento importante per modificare la dieta di base perché permette di stabilire la quantità e la qualità dei nutrienti da introdurre per migliorare il metabolismo; cosi da contrastare i deficit metabolici dovuti alla predisposizione genetica e allo stesso tempo prevenire o ostacolare l’insorgenza di numerose patologie.

Moltissimi geni sono coinvolti nel metabolismo dei macronutrienti (carboidrati, lipidi e proteine) e nella gestione del bilancio energetico. La presenza di piccole variazioni in alcuni di questi geni determina un modo diverso di metabolizzarli, di accumularli e utilizzarli come riserva. Da non sottovalutare è la diversa sensibilità individuale al sale (cloruro di sodio). L’utilizzo di troppo sale nella dieta può provocare un aumento anomalo della pressione sanguigna .Il controllo del peso e attività motoria sono fortemente correlati quindi è molto importante praticare un’ appropriata attività fisica.

Recenti studi di genetica hanno individuato alcuni geni le cui varianti sono associate a una differente risposta individuale all’attività fisica. L’intolleranza al lattosio e la predisposizione alla Malattia Celiaca sono due fattori che giocano un ruolo importante nel controllo del peso poiché sono spesso associati all’aumento ponderale, al gonfiore e a processi pro-infiammatori che impediscono una soddisfacente perdita di peso ed un generale senso di benessere.

Questo Test è indicato per coloro che desiderano ridurre il rischio di sviluppare patologie “intermedie” come la Sindrome Metabolica (ipertensione, obesità, dislipidemie, diabete) e quindi prevenire patologie cardiovascolari dedicando attenzione al regime alimentare e allo stile di vita. Tale test è anche consigliato a chi desidera perdere peso o conservare il peso forma.

AMBITI INDAGATI CON QUESTO TEST:

Sensibilità ai nutrienti.
• Sensibilità al sale.
• Sensibilità ai carboidrati e insulino-resistenza.
• Intolleranza al lattosio.
• Predisposizione alla celiachia.
• Predisposizione comportamentale ed emotiva per il cibo.
• Predisposizione al recupero del peso.
• Predisposizione all'adiposità.
• Predisposizione alle dislipidemie (sensibilità ai grassi).
• Perdita di peso in risposta all'attività fisica.
• Attitudine per il tipo di attività fisica.
2Lightskin Test
[img]

La pelle è una struttura dinamica, costantemente distrutta e ricreata in risposta a stimoli esterni ed interni, come la luce solare e i fenomeni di ossido-riduzione metabolici.

L’aspetto della pelle è determinato dall’elasticità delle proteine che formano le fibre sottostanti, soprattutto dal collagene. Variazioni nei geni coinvolti nel delicato processo di produzione e di rimodellamento di tale struttura possono avere piccole conseguenze su tale processo che nel corso degli anni avrà effetti significativi sull’invecchiamento cutaneo.

È scientificamente provato che la cellulite ha un’origine genetica, così com’ è certo il ruolo giocato dagli ormoni sessuali femminili. Analogamente, è ormai risaputo, che una corretta alimentazione è la più importante forma di prevenzione: infatti, la cellulite è anche dovuta alla glicazione del collagene e dei lipidi.

Un continuo eccesso di zuccheri con la dieta provoca la glicazione del tessuto connettivo e la produzione di citochine pro-infiammatorie. Nonostante l’infiammazione di per sé sia una normale funzione di protezione dell’organismo,una continua, seppur minima infiammazione, può avere conseguenze negative sul rinnovamento delle cellule dell’epidermide.

L’esposizione al sole aumenta la produzione di radicali liberi nella pelle, normalmente essi sono prodotti nei processi ossidativi necessari per la produzione di energia cellulare. I radicali liberi sono molecole estremamente reattive che possono causare danni a tutti i componenti delle cellule, incluso il DNA. Il nostro corpo ha sviluppato diversi meccanismi protettivi di neutralizzazione ed eliminazione di composti tossici anche ambientali. Particolari varianti nei geni deputati alla produzione degli enzimi di questi sistemi possono inficiare l’efficienza di tali meccanismi di protezione.

Il test nasce dall’evidenza scientifica che, applicando le opportune strategie alimentari e di stile di vita, si possono migliorare l’espressione di determinati polimorfismi.

Tali studi hanno portato altresì a conoscere gli alimenti che possono contribuire sia positivamente, sia negativamente, a determinare l’invecchiamento.

LIGHTSKIN TEST è dedicato a chi desidera prendersi cura della propria pelle, consapevole che è l’abito che indossiamo ogni giorno per andare nel mondo.

AMBITI INDAGATI CON QUESTO TEST:

• Struttura della pelle
• Invecchiamento cutaneo
• Sviluppo della cellulite
• Predisposizione alle dermatiti
• Ritenzione idrica
3Detox Test
[img]

L’attività antiossidante è una componente fondamentale del sistema di difesa del corpo umano.

L’ossigeno, anche se essenziale per la vita, genera molecole altamente reattive e potenzialmente pericolose: i radicali liberi. I radicali liberi possono danneggiare il DNA, le proteine e i grassi presenti nelle nostre cellule. Essi sono stati associati a numerosi disordini: ipertensione arteriosa, diabete, arterosclerosi, infarto, ictus, morbo di Parkinson, malattia di Alzheimer, obesità, artrite, alcuni tipi di tumori e invecchiamento precoce.

L’inquinamento ambientale, l’alimentazione non sana, il fumo, l’alcol, l’uso di farmaci, la scarsa attività fisica e gli stress psico-fisici sono sicuramente i fattori che pregiudicano l’efficienza del nostro sistema antiantiossidante: infatti lo stress ossidativo si verifica come conseguenza di uno squilibrio tra la formazione di radicali liberi e le nostre capacità di neutralizzarli in tempo.

Noi, esseri umani, presentiamo differenze individuali verso lo stress ossidativo, questo è imputabile non solo alle nostre abitudini ma anche alla nostra costituzione genetica. La conoscenza della nostra predisposizione genetica verso lo stress ossidativo è quindi da ritenersi utile per attuare interventi preventivi.

L’altro sistema di difesa di cui disponiamo per eliminare sostanze tossiche esogene ed endogene è la capacità di detossificazione. La detossificazione è un processo fondamentale dell’organismo che avviene attraverso tappe in cui le sostanze da eliminare vengono trasformate ad opera di specifici enzimi.

Durante questa fase di bio-trasformazione sono prodotti composti intermedi particolarmente tossici e dannosi che devono essere Rapidamente inattivati ed eliminati. Gli enzimi coinvolti nella detossificazione sono codificati da geni che possono presentare varianti che ne alterano l’attività. Pertanto la capacità di detossificazione non è uguale per tutti: le caratteristiche genetiche individuali infatti possono rendere una persona molto più sensibile agli inquinanti o a particolari alimenti.

La conoscenza delle nostre capacità genetiche di ossidazione e di detossificazioni sono importanti perché alterazioni di tali sistemi se non “corretti”, determinano nel tempo uno stato di infiammazione cronica.

L’infiammazione è si una risposta naturale dell’organismo in caso di eventi che alterano il normale e fisiologico equilibrio. Tuttavia, se persistono condizioni che determinano infiammazione cronica, anche non manifesta, si possono avere nel tempo seri danni. Tale condizione è alla base non solo di malattie infiammatorie croniche per eccellenza come: artrite, dermatiti, periodontiti e malattie infiammatorie dell’intestino, ma anche di allergie, asma, malattie cardio-vascolari, diabete, alcune forme di cancro, obesità e osteoporosi.

DETOX TEST è suggerito a chi desidera migliorare le proprie capacità di detossificazione con una corretta alimentazione e mantenersi in forma, contrastando il tempo che passa.

AMBITI INDAGATI CON QUESTO TEST:

• Capacità detossificante
• Sensibilità allo stress ossidativo
• Sensibilità al sale
• Intolleranza al lattosio
• Predisposizione alla celiachia
• Sensibilità alla caffeina e ai cibi grigliati
• Metabolismo folati e omocisteina
4Long life test
[img]

Il nostro stato di benessere fisico è influenzato dai principi nutritivi presenti nei cibi che consumiamo che, interagendo con i geni implicati nelle diverse vie metaboliche, ne condizionano l’espressione e indirettamente determinano nel tempo l’incidenza di mutazioni geniche.

La presenza di particolari varianti genetiche può alterare il metabolismo e l’assorbimento dei nutrienti e/o l’attività degli enzimi nelle differenti vie metaboliche. Queste piccole modificazioni comportano, nel corso degli anni, effetti sulla nostra salute.

Lo studio di questi geni e di alcune loro varianti, permette di personalizzare la nostra nutrizione e di apportare modifiche al nostro stile di vita, perseguendo l’obiettivo di evitare effetti dannosi sulla salute e di tutelare una buona condizione fisica.

LONG LIFE TEST è ideale per chi vuole indagare in più ambiti di prevenzione. Il test promuove la cultura della buona salute attraverso un sano ed equilibrato stile di vita. In questo test sono state inserite le analisi di varianti genetiche finalizzate a ricercare eventuali intolleranze a lattosio e glutine; a individuare polimorfismi che alterano il metabolismo della vitamina D, dell’acido folico, degli zuccheri e dei lipidi. Inoltre, sono esaminati diversi polimorfismi nei geni associati a patologie legate ad alterazioni del nostro sistema di ossido-riduzione/detossificazione.

E’ stata dedicata la dovuta attenzione anche alla nostra predisposizione all’invecchiamento e all’attività fisica più congeniale al nostro DNA. Il test è indicato per chi voglia mantenersi in buona salute e prendersi cura di se stesso.

AMBITI INDAGATI CON QUESTO TEST:

- Sensibilità ai nutrienti
- Sensibilità al sale
- Sensibilità ai glucidi e insulino-resistenza
- Intolleranza al lattosio
- Predisposizione alla celiachia
- Predisposizione comportamentale ed emotiva per il cibo
- Predisposizione al recupero del peso
- Predisposizione all’adiposità
- Predisposizione alle dislipidemie
- Perdita di peso in risposta all'attività fisica
- Attitudine per il tipo di attività fisica
- Capacità detossificante
- Capacità ossido-riduttive
- Sensibilità alla caffeina e ai cibi grigliati
- Metabolismo folati e omocisteina
- Metabolismo del Calcio
- Metabolismo Vitamina D
- Struttura della pelle
- Invecchiamento cutaneo
- Sviluppo della cellulite
- Predisposizione alle dermatiti
- Ritenzione idrica